• Piazza della Maddalena 53 - 00186, Roma
  • Tel. +39.06 899 28 151-2-3-4
  • info@salutesviluppo.org

In Evidenza

Aurora Prize: Padre Bernard Kinvi tra i 4 finalisti

12523989_477312812473824_4125526561683137943_n

 

Un eroe di pace nel cuore di un Africa lacerata per quasi 4 anni da una guerra civile senza sosta, questo rappresenta, oggi, Padre Bernard Kinvi per la Repubblica Centro Africana. Giovane sacerdote camilliano di soli 34 anni, già vincitore lo scorso anno del premio internazionale “Alison Des Forges” dell’organizzazione Human Rights Watch, per essersi distinto nella difesa di oltre 1500 musulmani; oggi Padre B. Kinvi appare tra i quattro finalisti del celebre ‘Aurora Prize for Awakening Humanity’.

Ancora una volta vengono riconosciuti il suo straordinario coraggio e la forte dedizione che continuano a guidarlo, dal dicembre del 2012, nella sua missione di offrire protezione ed assistenza ai più bisognosi, senza alcuna distinzione, non importa, infatti, chi essi siano o che religione professino per Padre B Kinvi sono comunque persone e pertanto devono essere aiutate: “Quando mi prendevo cura dei ribelli, non volevo sapere da che parte stavano, li consideravo solo persone. Penso sempre che il desiderio di dare amore agli altri è la cosa più giusta. La nostra presenza in questa zona è molto importante, una presenza che non fa distinzione tra le persone, che mantiene una certa neutralità ma che nello stesso tempo assiste tutti. In questa situazione è fondamentale la regola di comportamento, in questo modo si possono fare bene le cose.”

Father-Bernard-Kenvi-help-010

Missione di Monitoraggio in Burkina Faso

Si è conclusa la missione di monitoraggio in Burkina Faso ad opera dallo staff di Salute e Sviluppo partito alla volta di Ouagadougou il 9 Marzo 2016. Il viaggio è stato pianificato per valutare lo stato dell’arte delle iniziative progettuali in corso ovvero “L’oro di Bagrè” e “Diritto all’istruzione per i minori di Tenkodogò”. La missione ha costituito altresì un’importante occasione per lo scambio di opinioni con gli stakeholder e le autorità locali. Nella capitale Burkinabé è stato inoltre possibile incontrare i referenti della cooperazione italiana in vista dello studio e della pianificazione di future e importanti iniziative per lo sviluppo del territorio.

Una ricetta speciale

E’ il giorno della grande festa per il centro di “Snehagram” in India. Naira ha 13 anni ed è sieropositiva. Come tutti gli adolescenti del campus, dedica ore della sua giornata a servizio della comunità. Le piace cucinare e per questo momento speciale decide di preparare il riso indiano con le verdure.  La osservo con discrezione per non disturbarla.

La campanella suona e ci sediamo tutti a tavola. Naira ci porta il riso che ha preparato con amore e cura. Dovremmo tutti capire che l’AIDS non si trasmette mangiando il riso di Naira e che non è mai troppo tardi per rinunciare ai nostri pregiudizi.

Destinazione Kenya

In questi giorni, il Presidente di Salute e Sviluppo insieme a consulenti tecnici, si trova a Nkubu per la nuova missione di monitoraggio del progetto di Rafforzamento dei servizi sanitari per la salute materno infantile del Distretto di Imenti Sud. “Completeremo la ristruttu¬razione del polo pediatrico con terapia intensiva e insisteremo sulla formazione del personale medico e infermieristico quale modalità strategica per migliorare dalla base l’assistenza sanitaria locale.” Il Presidente E. Locci ribadisce con forza l’obiettivo del progetto che prevede la messa in rete delle strut¬ture sanitarie in loco e individua il Consolata Ho¬spital Nkubu come referral point per tutti i casi di urgenza, mediante l’ausilio di ambulanze di zona (Central Ambulance System), al fine di migliorare i servizi per l’assistenza sanitaria e favorire l’accesso alle cure per le madri e i bambini nel distretto South Imenti.

Lotta ai tumori al seno per le donne del Kenya

Il 1 novembre  2015 si darà avvio ad un importante piano di azione di lotta al cancro per la popolazione di Karungu.

In Kenya, infatti, la prevalenza dei tumori è significativamente aumentata nelle ultime due decadi.

In linea con le indicazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il progetto insiste sulla diagnosi precoce come strategia per il contenimento del tumore al seno e alla cervice, al fine migliorare la qualità della cura e ridurre il numero delle morti da esso causate.

La strategia  poggia su tre attività principali: sensibilizzazione sul cancro ed educazione alla Breast Self-Examination (BSE); visita ginecologica, pap test e colposcopia; orientamento verso strutture specialistiche per livelli di accertamenti superiori (come la biopsia) nei casi di riscontro anomalo e conclamato sospetto di neoplasia in atto.

Favoriremo percorsi di screening per la diagnosi precoce e diffonderemo, tra la popolazione femminile, l’importanza dei controlli medici periodici.

 

Il contributo della Regione Lombardia per Tenkodogò

Ad Agosto sono state donate dalla regione Lombardia parte delle attrezzature necessarie per allestire il poliambulatorio di Tenkodogò. Nello specifico si tratta di strumentazione ed apparecchiature per  l’ambulatorio radiologico, ecografico e dentistico.  Il container contenente questi beni preziosi è stato spedito in Burkina Faso grazie al supporto dei volontari  della sede operativa di Rho di Salute e Sviluppo.